Viaggi

Le 10 migliori chiese di Roma che dovresti visitare nella tua vita

Basilica di Santa Maria Maggiore

I templi sono stati, per molto tempo, l'obiettivo della maggior parte degli ospiti di Roma. I fermi di tutta Europa fecero la lunga ed estenuante avventura a Roma per adorare le chiese. I turisti attuali incorporano ancora pionieri, ma inconfondibilmente più visitano i luoghi di culto di Roma come attrazioni, per rispettare la loro ingegneria e i tesori artigianali che custodiscono. In essi scoprirai le opere degli esperti più importanti in assoluto di artigianato musico, pittura ad affresco e lavorazione della pietra di epoca medievale e precedente. Ecco l'elenco delle chiese di Roma che dovresti visitare nella tua vita,

Chiese A Roma

1.) Basilica di San Pietro

La chiesa più famosa della cristianità, St. Dwindles è devota all'Apostolo che è considerato il principale Vescovo di Roma, e tutto considerato il principale Papa. La prima chiesa di St. Dwindle fu commissionata nel 326, lavorata sotto il sostegno dell'imperatore Costantino. Nel 1452 papa Niccolò V scelse di assemblare una chiesa totalmente nuova, che non fu terminata fino alla fine del XVIII secolo. Subito dopo essere entrati nel colossale interno della basilica si trova la popolare Pietà di Michelangelo, terminata nel 1500 e protetta da una tavola di vetro rinforzato. È anche elencato come uno dei chiese più alte del mondo.

Caratteristica diversa di St. Dwindles sono la Cappella del Sacramento riccamente illuminata, con opere dei due Bernini (il santuario) e Borromini (la grata di bronzo); l'incredibile arco strutturato da Michelangelo; la statua in bronzo a tutto tondo di San Silenzio in trono; e sopra la tomba di S. Dwindle, l'altura papale, con un Baldacchino in bronzo — riparo — realizzato dal Bernini a soli 25 anni e un'opera magnum di modello barocco.

Leggi anche:I 10 più bei templi romani antichi

Basilica di San Pietro
Basilica di San Pietro

Leggi anche: Le 10 chiese più famose del mondo

2.) Basilica di Santa Maria Maggiore

Santa Maria Maggiore, una delle quattro basiliche incentrate sull'uomo di Roma ed essenziale chiesa di viaggio, ha la raffinatezza di essere la chiesa principale di Roma ad aver lodato la messa ogni giorno dal V secolo. L'area della basilica fu dettata da un sogno del papa Liberio del IV secolo, in cui la Vergine lo guidava a fabbricare una congregazione dove il giorno successivo cadeva la neve. Nel punto in cui la mattina seguente, il 5 agosto, cadde la neve sul versante dell'Esquilino, il Papa chiese radunata la congregazione.

Si fecero incrementi nei secoli successivi: un'altra abside nel XIII secolo; il campanile più alto di Roma nel 1377; e alla fine del Quattrocento il tetto a cassettoni d'oro di Giuliano da Sangallo, arricchito con l'oro primario d'America. Due santuari laterali comprendevano il cinquecentesco, struttura transetti: Cappella Sistina, a destra, contiene un santuario in bronzo e le tombe di due papi, mentre Cappella Paolina ha una pala d'altare riccamente arricchita. Sull'alto baldacchino a gradoni speciali, un'immagine molto adorata della Vergine è consuetudine attribuita a San Luca, ma è in realtà un'opera del XIII secolo.

Leggi anche: Le 10 cupole più famose del mondo

Basilica di Santa Maria Maggiore
Basilica di Santa Maria Maggiore

Image Source: wikipedia

3.) San Giovanni in Laterano

Prima che i Papi stabilissero la loro sistemazione in Vaticano dopo il loro arrivo dagli emarginati ad Avignone, la Basilica di San Giovanni in Laterano era la sede papale. San Giovanni in Laterano è rimasta la chiesa episcopale del Papa, così l'incisione sulla facciata: “Mater et caput omnium ecclesia rum Urbis et orbis” (Madre e guida del considerevole numero di case di culto della città e mondo). Iniziata nel 313 con la struttura di una corposa chiesa, fu ampliata e modificata più volte, e totalmente rimaneggiata nel Cinquecento e nel Seicento.

Comunque sia, la sistemazione basilicale della prima chiesa costantiniana fu considerata in questa modifica barocca del Borromini. L'ampia impiallacciatura, con le sue enormi statue realizzate intorno al 1735 da Alessandro Galilei, è una perfetta opera d'arte di ingegneria generalmente barocca. Gli ingressi in bronzo provenivano dall'antiquata Curia del Foro. All'interno, l'eminente tetto in legno risale al XVI secolo. Nell'abside, dietro il presbiterio, si trovano dei pregevoli mosaici, affidabili duplicati di primati paleocristiani. È una delle chiese più famose e belle di Roma che dovresti visitare.

Leggi anche: I 10 migliori archi di trionfo monumentali del mondo

San Giovanni in Laterano
San Giovanni in Laterano

Image Source: Wikimedia

4.) Santa Maria Del Popolo

La leggenda vuole che questa congregazione passata i Giardini del Pincio si sia sviluppata da una chiesa lavorata per scacciare l'anima subdola di Nerone. In quanto congregazione degli stendardi agostiniani, con una bella impiallacciatura, volta e campanile rinascimentali, fu allungata dal Bramante nel 1505, e poi ristabilita dal Bernini. Martin Lutero, che era agostiniano, visse nella casa della richiesta durante la sua visita a Roma nel 1510-11 e, dopo la Riforma, l'area rialzata speciale in cui aveva lodato la messa fu evitata da individui diversi dalla richiesta.

Una delle belle chiese di Roma ha i suoi tre corridoi e le case laterali di preghiera contengono varie tombe di cui due nel coro di Andrea Sansovino. Sulla volta del coro sono affreschi del Pinturicchio raffiguranti l'Incoronazione della Vergine? Particolarmente belle le case laterali di preghiera: la seconda a sinistra fu strutturata da Raffaello nel 1515 per la famiglia Chigi, e la Cappella Cesari, nel transetto nord, contiene due celebri quadri di via Caravaggio, la Conversione di San Paolo e la Crocifissione di St. Diminish.

Santa Maria Del Popolo
Santa Maria Del Popolo

Image Source: Wikimedia

5.) Basilica di S. Maria e dei Martiri

Mentre il Pantheon è in cima alla lista delle antiche attrazioni romane della città e fu lavorato intorno al 120 d.C. come santuario per rispettare le divinità romane, oggi è una chiesa cattolica. Esiste dall'inizio del VII secolo, quando fu ceduta da papa Bonifacio IV e benedetta a Santa Maria e ai Martiri. Nonostante il fatto che le sue pietre, sezioni, statue e persino un pezzo del primo tetto in bronzo, siano stati fatti a pezzi per usi diversi nel corso delle centinaia di anni (nel 1600 papa Urbano VIII fece liquefare il tetto del patio per lanciare pistole per Castel Sant'Angelo), la struttura rimane sostanzialmente equivalente e il suo arco è ancora la volta più grande del mondo in cemento armato.

Fin dal Rinascimento, il Pantheon si è trasformato in un luogo di sepoltura per figure imperative, tra cui il pittore Raffaello, lo scrittore Arcangelo Corelli e i due sovrani d'Italia: Vittorio Emanuele II e Umberto I. In seguito ad essere stata una delle attività libere a Roma, a partire dalla tarda primavera del 2018, il Pantheon ha iniziato ad addebitare una piccola spesa di affermazione.

Basilica di Santa Maria e dei Martiri
Basilica di Santa Maria e dei Martiri

Image Source: Wikimedia

6.) Santa Maria in Trastevere

Santa Clause Maria in Trastevere (il quartiere densamente popolato sulla sponda corretta del Tevere) potrebbe essere il luogo principale di Roma in cui i cristiani avevano la capacità di organizzare benefici all'aperto. La costruzione iniziò intorno al 221 e fu terminata nel 340; fu ricostruito nel XII secolo e risistemato nella cornice del tempo barocco. La congregazione ha un campanile romanico, un esterno decorato con mosaici e un portico che ospita cofanetti di pietra paleocristiani.

All'interno, è difficile capire dove guardare prima: le belle finiture in marmo del pavimento; il tetto in legno placcato a cassettoni; oi mosaici dell'abside, magistrali coronamenti di lavorazioni medievali. Questi raffigurano Cristo, la Vergine e il popolo santo sopra un fregio di pecore, e sotto questo ci sono scene della vita della Vergine di Pietro Cavallini alla fine del XIII secolo. Il quattrocentesco santuario all'estremità occidentale della navata sul privilegio è di Mino del Reame.

Santa Maria in Trastevere
Santa Maria in Trastevere

7.) Santa Cecilia in Trastevere

La chiesa del IX secolo fu lavorata sopra la casa di una giovane donna romana martirizzata all'età di 14 anni, ed è un luogo affascinante da visitare per alcuni motivi. Lo straordinario affresco duecentesco del Giudizio universale è di Pietro Cavallini, antecedente di Giotto, e sul suo corpo incorrotto, scoperto nel Cinquecento, fu esposto il delizioso modello di S. Cecelia del Maderno.

Sotto la congregazione, che ha anche dei grandi mosaici, ci sono due meraviglie: gli stabilimenti di una casa romana e una splendida sacrestia medievale con un mistero: non è del Medioevo, ma è stata realizzata nell'Ottocento con un obiettivo finale per riprendere una parte della magnificenza delle opere medievali che erano state cancellate a Roma. Si entra nella congregazione attraverso un bel patio.

Santa Cecilia in Trastevere
Santa Cecilia in Trastevere

Image Source: Wikimedia

8.) Basilica di Santa Croce in Gerusalemme

Uno dei sette luoghi di culto di viaggio, la Basilica della Santa Croce a Gerusalemme fu lavorata a metà del IV secolo per ospitare l'enorme accumulo di sacre reliquie trasportate a Roma da Gerusalemme da Sant'Elena, madre di Costantino. Nella chiesa delle reliquie si trovano antichità della Crocifissione: cardi della Corona di spine, frammenti della Vera Croce, frammenti della Grotta della Natività e altre reliquie celesti.

Una delle belle chiese di Roma è custodita in reliquiari ottocenteschi, esposti fin dagli anni '1030 del XNUMX in una casa di preghiera straordinariamente sviluppata per la loro conservazione ed esposizione. Della chiesa del IV secolo rimane poco dopo la sua ricostruzione nel Settecento; tuttavia si possono vedere i primi tratti rupestri nella successiva chiesa barocca.

Basilica di Santa Croce in Gerusalemme
Basilica di Santa Croce in Gerusalemme

Image Source: Wikimedia

9.) Santa Maria sopra Minerva

Basata sul sito del precedente santuario di Minerva, che ne rappresenta il nome, Santa Maria Sopra Minerva è la più grande chiesa gotica di Roma (e una delle poche in quello stile). Iniziato intorno al 1280 e terminato nel 1453, il suo centro cittadino e l'amministrazione su richiesta proclamante dei domenicani lo rese mainstream presso la popolazione generale di Roma, e come dovrebbe essere evidente dalla quantità di ceppi nel pavimento e sui divisori; ha assunto un impiego imperativo nella vita religiosa cittadina.

La più nota delle chiese funerarie di questa basilica a tre navate è la Cappella Carafa verso l'estremità del transetto sud, altrimenti detta Cappella dell'Annunciazione di San Tommaso, nota per i suoi affreschi di Filippo Lippi (1489). Questo loda sia la Vergine che San Tommaso d'Aquino, un individuo della richiesta domenicana, con scene della sua vita.

L'alto rialzo speciale contiene le reliquie di Santa Caterina da Siena, e prima dell'area speciale a gradini, a sinistra, si trova una statua del Cristo risorto di Michelangelo del 1521. Nonostante sia stato scrutato durante la vita di Michelangelo come più simile a un dio agnostico che all'organizzatore del cristianesimo (l'indumento intimo è stato incluso in seguito), l'eccellente attitudine nel disegnare diversi specialisti sbalorditi - - il pittore Sebastiano del Piombo ha continuato a sostenere che Le ginocchia di Cristo in quest'opera valevano più di tutte le strutture di Roma. È una delle chiese più belle di Roma da visitare.

Santa Maria Sopra Minerva
Santa Maria Sopra Minerva

Image Source: Wikimedia

10.) San Clemente

Una delle cappelle più affermate ed eccellenti di Roma, San Clemente fu lavorata prima del 385 dai primi cristiani, sul sito di una casa contenente un santuario di Mitra, attualmente molto al di sotto del livello della strada. Dopo che questa congregazione fu schiacciata dai Normanni nel 1084, verso l'inizio del XII secolo fu lavorata un'altra basilica sui suoi resti. La chiesa superiore rispecchia l'antica struttura basilicale con cortile di passaggio; camera con una sorgente; la navata dove il raduno venerava; e l'alto sopraelevato speciale e l'abside, territori destinati al pastorato. Da notare gli antichi spicchi e le meravigliose rifiniture marmoree del pavimento, i paraventi, il cero pasquale, il santuario e l'onorata carica diocesana.

Una delle belle chiese di Roma ha la curva trionfale e l'abside sono le più lussuosamente animate a Roma, avvolte in mosaici di scene dell'Antico e del Nuovo Testamento, con l'Albero della Vita, santi e immagini, creature e piante complicatamente consolidati. Altrettanto affascinanti sono gli affreschi del primo Rinascimento del Masolino, terminati prima del 1431, nella Cappella di Santa Caterina all'estremità occidentale del sentiero nord. Queste scene della vita di Santa Caterina d'Alessandria sono particolarmente imperative in quanto dimostrano l'utilizzo più puntuale della pittura dal punto di vista a Roma.

San Clemente
San Clemente

Image Source: Wikimedia

Queste sono le chiese di Roma che dovresti visitare nella tua vita. Pubblica i tuoi commenti.

La Terra e il mondo sono un luogo dove puoi trovare diversi fatti noti e sconosciuti del nostro pianeta Terra. Il sito è anche per coprire cose che sono legate al mondo. Il Sito è dedicato a fornire fatti e informazioni a scopo di conoscenza e intrattenimento.

Contattaci

Se hai suggerimenti e domande puoi contattarci ai dettagli di seguito. Saremo molto felici di sentirti.

markofotolog [at] gmail.com

Divulgazione di Amazon

EarthNWorld.com partecipa all'Amazon Services LLC Associates Program, un programma pubblicitario di affiliazione progettato per fornire ai siti un mezzo per guadagnare commissioni pubblicitarie pubblicizzando e collegandosi ad Amazon.com. Amazon, il logo Amazon, AmazonSupply e il logo AmazonSupply sono marchi di fabbrica di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

alla Parte superiore